Stefano

Romano

Tirana / Bergamo, 1975

Strumenti di Lavoro | 2013

Strumenti di Lavoro, 2013
(Work Tools)
(black pen on bristol board)
20x20cm
Courtesy: dyzerotre collective

L’opera è formata da disegni di strumenti di lavoro. Questi strumenti sono stati scelti in realtà perchè parte di simboli politici, ma essendo disegnati singolarmente è lo spettatore, nell’accostamento di due o più oggetti a ridare un senso che nella realizzazione del disegno è in realtà nascosto, appositamente lasciato in sospeso.
I simboli politici sono diventati ormai delle icone pop, perdendo così il loro significato originale ed il valore metaforico intrinseco, proprio la perdita di senso di questi simboli, è il punto di partenza del progetto, che intende recuperare gli strumenti di lavoro e lasciare che sia lo spettatore a decidere di dare loro anche il potere evocativo di un’ideologia politica, qualunque essa sia.
Il disegno è realizzato a penna e colorato fino all’erosione della parte superficiale del cartoncino in modo da ottenere una superficie colorata che sfalsi anche l’idea della bidimensionalità del foglio e faccia cogliere un certo tormento, dato dallo stesso utilizzo dello strumento e da tutto ciò che c’è dentro l’idea di lavoro.



The work consists of drawings of tools. These instruments were chosen because actually part of political symbols, but being drawned alone is the audience, in the combination of two or more objects to restore a meaning that in the developing of the drawing is actually hidden, purposely left open.
The political symbols have now become pop icons, losing their original meaning and metaphorical intrinsic value, just the loss of meaning of these symbols is the starting point of the project, which aims to recover the work tools and let the viewer to decide to give them back the evocative power of a political ideology, whatever it is.
The drawing is made by black pen and colored up to erosion of the superficial part of the cardboard in order to obtain a colored surface that stagg also the idea of the two-dimensionality of the sheet face and grasp a certain agony, given by the very use of tool and from all what is inside the idea of ??work.

orologi replica orologi replica svizzeri orologi replica rolex

ItalianArea

Social

 

developed by Viafarini
in collaboration with NABA

coded by lettera7