Giancarlo

Norese

Genova, 1963

Negozio | 2014

Negozio, 2014
(Negozio)
(lightbox)
Courtesy: Nowhere Gallery, Milano
«Certo, l’animale uomo gode del pensiero, e Malevic senza tentennamenti lo definisce una forma di lavoro, in quanto azione destinata a modificare la descrizione del mondo e il mondo stesso (…)
“Ho sempre pensato che dovrebbe essere esattamente al contrario: il lavoro dovrebbe essere maledetto, come ci insegnano le leggende sul paradiso, mentre il non fare dovrebbe essere lo scopo essenziale dell’uomo. Ma è il contrario che si è prodotto.”
 
(…) ozio è libertà di vagare, di pensare, di immaginare. Ozio è libertà di essere, è essere.
Il suo opposto non è labor (fatica), in cui piuttosto matura un frutto del vagare, ma negotium, il luogo, il tempo, l’azione di scambiare. Ove avviene una attribuzione di valore, attraverso una relazione di potere.
Ecco ristabilita la concatenazione occultata: (…) ozio – lavoro – negozio – ozio.»
 
Maurizio Costantino, nota introduttiva a Kazimir S. Malevic, L’inattività come verità effettiva dell’uomo, Asterios, 2012.


Otium / Negotium.

ItalianArea

Social

 

developed by Viafarini
in collaboration with NABA

coded by lettera7