Michelangelo

Consani

vive a Castell'Anselmo

Tensioni Urbane | 2006

Tensioni Urbane, 2006
(cavo d'acciaio nero)
220 metri
Courtesy: dell'artista

“Nel 2005, con Tensioni urbane, l’artista - chiamato ad intervenire nel contesto di Isola Art Center a Milano, dove associazionismo civile e artisti stavano lottando insieme per la sopravvivenza di un centro d'arte di quartiere, in opposizione ai piani di gentrificazione di una multinazionale appoggiata dall'amministrazione comunale - stende un cavo d'acciaio che taglia gli spazi del centro auto organizzato e li connette con il quartiere. Il cavo è in tensione, e così i soggetti del conflitto in corso, dove l'esistenza di quello spazio liberato dal planning urbano rappresenta la possibilità di esprimere una diversa lettura dell'edilizia e dell'economia che la riguarda, della gestione della cosa pubblica e dei suoi rappresentanti, e infine di un'idea di cultura che passa per il quartiere che la chiede, così come il cavo in tensione sta lì a sottolineare.” (Matteo Lucchetti)



“In 2005, the artist was asked to intervene in the context of the Isola Art Center in Milan, where civic groups and artists were fighting for the survival of a neighbourhood arts centre, in opposition to the plans of a multinational, supported by the city council, to gentrify the area. In the work he produced on this occasion, Tensioni urbane (Urban Tensions), a steel cable was stretched across the spaces of the self-run centre, connecting them with the neighbourhood. The cable was under tension, like the subjects of the conflict that was under way, and the existence of a space that eluded urban planning dictates represented the possibility to express a different reading of the building trade and the related economy, of the management of public affairs and of its representatives, and finally, of an idea of culture that addresses and connects with the requests of the neighbourhood, as emphasized by the taut cable.” (Matteo Lucchetti)

orologi replica orologi replica svizzeri orologi replica rolex

ItalianArea

Social

 

developed by Viafarini
in collaboration with NABA

coded by lettera7