Giovanni

Morbin

Cornero Vicentino, 1956

Dopo aver parlato a lungo da solo finalmente ho deciso di ascoltarmi | 1984

Dopo aver parlato a lungo da solo finalmente ho deciso di ascoltarmi, 1984
(performance)

Dopo aver parlato a lungo da solo finalmente ho deciso di ascoltarmi
8-21 maggio 1984
Performance in assenza di pubblico.
...vivevo intensamente il ruolo brado dell’artista indipendente e, lontano da riserve protette, cercavo opportunita? per manifestarmi in modo incisivo. Poco abituato alla mondanita?, consegnavo i miei lavori agli ambienti a loro piu? adatti (lo studio, una collina, una piazza, ecc.) e il pubblico che seguiva la mia attivita? era composto di amici e conoscenti. Ognuno di noi conosceva principi, idee e opinioni dell’altro e il confronto dialettico fini? col diventare un monologo-soliloquio. Compresi inoltre che la mia azione pubblica, priva di una base magica manzoniana che l’arte forniva, era facilmente scambiata con l’azione di uno strambo, l’immagine di una macchietta di paese, uno che parlava da solo. Del resto il confine tra saggezza e follia e? sempre stato molto sottile.
Per sottrarmi all’equivoco, perfettamente cosciente di non essere ne? folle ne? abbandonato al mio destino, percorsi fino in fondo questa sensazione di parlare da solo. Progettai e attuai un evento privo di carattere spettacolare, senza la presenza di un pubblico cosciente di esserlo, cosi? come accade nel quotidiano.
L’azione si svolse nell’abulatorio del mio medico dove, recatomi come regolare paziente, raccontai con estremalucidita? del mio continuo parlare da solo. Confidai al medico, completamente all’oscuro del mio progetto, la piena consapevolezza del mio tic e anche della mia incapacita? nel controllarlo. Cosicche?, seguendo la normale prassi della diagnosi, il medico mi indirizzo? ad un Centro Igiene Mentale dove per circa due ore fui sottoposto a visita. Mi furono poste numerose domande ed entrarono profondamente nella mia privacy. Risposi senza mentire e senza enfasi teatrale e dopo la visita mi fu consigliata una cura di cui possiedo ancora la prescrizione.
In seguito, per divulgare l’accaduto, stampai e spedii una cartolina e titolai l’azione “Dopo aver parlato a lungo da solo, finalmente ho deciso di ascoltarmi. Contemporaneamente iniziai la costruzione di una Macchina per parlare da soli.



orologi replica orologi replica svizzeri orologi replica rolex

ItalianArea

Social

 

developed by Viafarini
in collaboration with NABA

coded by lettera7