Rebecca

Agnes

Milano, Berlino, 1978

Ricamo | 2000-2002

Ricamo, 2000-2002
(Needle-work)
(Needle-work, hand-made, on flax, black thread.)
cm 140 x110, cm 50 x110, cm 200 x 110
C'è una donna che ricama ossessivamente quello che vede fuori dalla finestra. C'è qualcosa di sbagliato in lei, il modo in cui si muove ed il modo in cui guarda non è comune. Anche il modo in cui usa ago e filo, così come le immagini che si formano e vanno a saturare la stoffa. Io racconto la sua storia. Sono la voce che le dà esistenza. Perché un giorno lei si è svegliata, o forse no, poiché neanche io so come è accaduto. So che prima era una donna e poi, invece, non lo era più. La sua coscienza aveva finito di appartenerle. La cultura che l’aveva formata è ora estranea ed inesperibile. Tutto è nuovo ed incognito allo stesso tempo. Lei non può più comunicare attraverso i segni che a noi sono familiari. I suoni, le immagini, i colori, il senso delle cose è perduto. La sua essenza è appannata e inconoscibile quanto la realtà è divenuta per lei un sistema di atti incomprensibili. Nella sua stanza bianca di fronte ad una finestra ha iniziato a creare una nuova lingua, un nuovo sistema di valori. I segni ricamati sono il tramite per la sua essenza. Sono il tentativo fallimentare di una coscienza che ha voluto estrapolarsi dalla sua cultura, per ritrovarsi sulla strada della possibilità. Entrare nel mito è varcare la soglia della possibilità. E' l'altrove del desiderio. Quel sogno appannato in cui tutto è potuto accadere.

There’s a woman obsessively embroidering what she’s seeing out of the window. There is also something wrong with her, the way she embroiders isn't normal and as well as the images she embroiders. I tell her story. I’m the voice that gives her an existence even if I’m not really aware of what happened to her in the past. The only thing I know is that in the beginning she was a woman, but later her conscience flowed away. At the same time, the culture in which she grew up in is now far away and unknown to her. She can’t communicate using our common signs. Sounds, images, colours, the meaning of things have been lost. In her white room, in front of a window, she’s trying to invent and use a brand new language. The attempt of her own conscience to set free from this culture has been a failure.
Ricamo, 2000-2002
cm 140 x 150 ca.
Raccontami di quel tempo che non ci è mai appartenuto del momento incerto che non è stato possibile riconoscere non visto è svanito raccontami di tutte le possibilità che non hanno avuto atto di tutte le storie mai accadute sotto questo cielo estraneo dell'esistere che è tale, solo se osservato da occhi che non ci appartengono.

orologi replica orologi replica svizzeri orologi replica rolex

ItalianArea

Social

 

developed by Viafarini
in collaboration with NABA

coded by lettera7