Claudia

Losi

Piacenza, 1971

For Ryökan Project | 1998

For Ryökan Project, 1998
(Wool, silk thread, embroidery)
cm 5/9 di diametro
Galleria Monica De Cardenas, Milano
Su sette gomitoli in lana sono state ricamate con vecchi fili di seta arancione le fasi della deriva dei continenti, che dalla pangea hanno portato alla forma attuale della crosta terrestre. Il progetto nasce dalla storia di Ryökan, poeta e monaco zen vissuto nella seconda metà del XVIII secolo in Giappone. Gli unici suoi “averi” giunti sino a noi, ora conservati in un museo, sono una ciotola in bambù e un gomitolo di filo ("mari", in giapponese), ricamato con peonie e farfalle. Durante i suoi lunghi pellegrinaggi a piedi portava con sé questa palla infilata in una manica del kimono. Giungendo in un nuovo villaggio la usava per giocare con i bambini che correvano ad accoglierlo. Giocare a palla, farla rimbalzare, calciarla e, nello stesso tempo, stabilire un rapporto. Produrre nello spazio qualcosa che assomiglia al parlare, al dire e al rispondere. Il mari, in questa storia, è così un oggetto delicato, ricamato con cura con fili colorati che servono a tenere compatto il filo del gomitolo, ma che, a loro volta, si sciupano. Qualcosa di prezioso che rotola sulla strada.

replique montre replique montre france rolex pas cher

ItalianArea

Social

 

developed by Viafarini
in collaboration with NABA

coded by lettera7