orologi replica svizzera orologi replica rolex orologi replica omega replica

Marinella

Senatore

Parigi, Londra, 1977

Route#2 | 2010

Route#2, 2010
(2 walls, fresnel lamps 500W, 300w, mixed media)
m 2 x 1,30; m 2 x 2,30
- FEATURING , Galleria Umberto Di Marino, Napoli
Courtesy: Galleria Umberto Di Marino, Napoli
L'installazione nella prima stanza, contrassegna l'inizio dell'itinerario della mostra, le tracce di memoria dei posti che ho visto e vivo dentro (come un motel Americano in due momenti differenti del giorno) trova una forma con i riferimenti che sono precisi ma indefiniti allo stesso tempo, posti diventanti dell'avvenimento possibile; il ruolo principale è riservato per la luce che si trasforma nella chiave dell'itinerario narrativo che l'artista, inoltre, offre allo spettatore per essere completato.

The installation in the first room, marks the beginning of the exhibition itinerary, the traces of memory of places that have been seen or lived in (like an American motel in two different moments of the day) find a form with references which are precise and yet undefined at the same time, becoming places of possible happenings; the main role is reserved for the light which becomes the key to the narrative itinerary which the artist also offers to the spectator in order to be completed
Route#2, 2010
(2 walls, fresnel lamps 500W, 300w, mixed media)
m 2 x 1,30; m 2 x 2,30
- FEATURING , Galleria Umberto Di Marino, Napoli
Courtesy: Galleria Umberto Di Marino, Napoli
L'installazione nella prima stanza, contrassegna l'inizio dell'itinerario della mostra, le tracce di memoria dei posti che ho visto e vivo dentro (come un motel Americano in due momenti differenti del giorno) trova una forma con i riferimenti che sono precisi ma indefiniti allo stesso tempo, posti diventanti dell'avvenimento possibile; il ruolo principale è riservato per la luce che si trasforma nella chiave dell'itinerario narrativo che l'artista, inoltre, offre allo spettatore per essere completato.

The installation in the first room, marks the beginning of the exhibition itinerary, the traces of memory of places that have been seen or lived in (like an American motel in two different moments of the day) find a form with references which are precise and yet undefined at the same time, becoming places of possible happenings; the main role is reserved for the light which becomes the key to the narrative itinerary which the artist also offers to the spectator in order to be completed
Route#2, 2010
(2 walls, fresnel lamps 500W, 300w, mixed media)
m 2 x 1,30; m 2 x 2,30
- FEATURING , Galleria Umberto Di Marino, Napoli
Courtesy: Galleria Umberto Di Marino, Napoli
L'installazione nella prima stanza, contrassegna l'inizio dell'itinerario della mostra, le tracce di memoria dei posti che ho visto e vivo dentro (come un motel Americano in due momenti differenti del giorno) trova una forma con i riferimenti che sono precisi ma indefiniti allo stesso tempo, posti diventanti dell'avvenimento possibile; il ruolo principale è riservato per la luce che si trasforma nella chiave dell'itinerario narrativo che l'artista, inoltre, offre allo spettatore per essere completato.

The installation in the first room, marks the beginning of the exhibition itinerary, the traces of memory of places that have been seen or lived in (like an American motel in two different moments of the day) find a form with references which are precise and yet undefined at the same time, becoming places of possible happenings; the main role is reserved for the light which becomes the key to the narrative itinerary which the artist also offers to the spectator in order to be completed

ItalianArea

Social

 

developed by Viafarini
in collaboration with NABA

coded by lettera7