Gea

Casolaro

Roma, 1965

Essere irripetibili | 2010

Essere irripetibili, 2010
(Being unique)
- L’unico / The only one a cura di Julia Trolp, Trieste Contemporanea e L’Officina c/o Studio Tommaseo, Trieste.
Courtesy: Gea Casolaro

“La pubblicazione in cui appare questo testo non è un catalogo, pubblicato “in occasione di una mostra”, che quindi l’accompagna con riproduzioni e testi critici, come quelli che normalmente conosciamo. Di solito le cose funzionano per lo più così: andiamo a vedere una mostra, guardiamo le opere e se la mostra ci è piaciuta, se si è trattato di un’esperienza artistica intensa ed emozionante, dopo eventualmente ci compriamo il catalogo nel bookshop dell’istituzione, per poter rivivere a casa il momento dell’incontro con l’opera ed eventualmente farcene un’idea più approfondita leggendo i testi. Tuttavia il catalogo con le sue riproduzioni non può mai veramente eguagliare gli originali, le opere esposte. Rimane sempre un vuoto tra opera e riproduzione. Nella mostra l’unico / the only one ora si spostano e modificano i rapporti, poiché la presente pubblicazione non è mera documentazione, è la mostra stessa. Essa non accompagna qualcosa, bensì ha una posizione centrale, perché essa stessa è l’unico pezzo esposto. La pubblicazione diventa così necessariamente qualcos’altro e acquista una valenza diversa da quella di un comune catalogo. Ogni singolo esemplare stampato costituisce la mostra stessa, che ora, in questa sua nuova forma, non è più vincolata nello spazio e nel tempo. La mostra diviene mobile, può essere spostata e portata via, può trovarsi qua e là contemporaneamente e può svolgersi sempre di nuovo. E questo senza essere un “sottoprodotto” o una mera documentazione, perché in questo caso il concetto dell’originale o dell’autenticità non vale, esiste unicamente la riproduzione”. (Julia Trolp)



orologi replica orologi replica svizzeri orologi replica rolex

ItalianArea

Social

 

developed by Viafarini
in collaboration with NABA

coded by lettera7