Alessandro

Quaranta

Torino, 1975

Con la coda dell'occhio | 2010

Con la coda dell'occhio, 2010
00:11:35
Con la coda dell'occhio è la registrazione di una visione, messa in atto dall'artista a partire da un'immagine mentale del luogo di provenienza della sua famiglia. Nelle immagini, presentate in una videoinstallazione a due canali, la valle appare costellata di scintillii, di barlumi che si rispondono da un capo all'altro, dal basso alle cime.

Con la coda dell'occhio, 2010
00:11:35
Grazie all'azione di un gruppo di oltre venti "figuranti" armati di specchi, abitanti della zona che l'artista ha personalmente coinvolto, Quaranta ha trasformato una porzione di paessaggio in "un'estesa coreografia casuale di presenze tra i boschi" - come spiega -aprendo un'inedita rete di contatti silenziosi. Nato dalla suggestione dei racconti del nonno sulla raccolta dei mirtilli e dei lamponi che la gente della valle compiva all'alba, in gruppi che si tenevano in contatto con canti e richiami, il video offre un miraggio e insieme una serie di spunti sul significato dell'istantaneità, dell'ubiquità e della comunicazione, in un presente dominato dalla connessione permanente.

Con la coda dell'occhio, 2010
(con la coda dell' occhio)
(shadowplay ( animal skin puppets, epoxy resin, led lights))
determined by the space


Con la coda dell'occhio, 2010
(con la coda dell' occhio)
(shadowplay ( animal skin puppets, epoxy resin, led lights))
determined by the space


orologi replica orologi replica svizzeri orologi replica rolex

ItalianArea

Social

 

developed by Viafarini
in collaboration with NABA

coded by lettera7