Giovanna

Ricotta

Milano, 1970

Gonna da toeletta 2 | 1998

Gonna da toeletta 2, 1998
dimensioni variabili
Il progetto nasce dal desiderio di indurre a volere entrare sotto e dentro la gonna di una donna. Il viaggio è virtuale, ma reale. La gonna ha una dimensione di 2,50 metri di altezza per 5 metri di circonferenza inferiore e 1,50 di circonferenza superiore, perché la sensazione di volere entrare e di essere dentro sia maggiore. Questa struttura rispecchia una sottogonna dell'ottocento, cucita a macchina e costruita nella ipotetica possibilità di essere indossata. Il materiale è crinoline, tulle rigidissimo e trasparente, di modo che dal di fuori si veda l'interno, ed è sorretto in vita e ai piedi da relativi cerchi. Diventa simbolicamente una stanza con gli accessori, una toeletta, dove è possibile farsi una doccia, "virtuale". La gonna si apre come una tenda, all'ingresso a terra le ciabattine da doccia, a metà altezza un asciugamano appeso, in alto mutandine. Ciabattine da doccia: Saponette lavorate a mano, rappresentanti due lettini singoli affiancati, situati su un vassoio da dolci con veline, per avvolgerli. Sono presentati come dei dolcetti giapponesi, preparati per essere scartati. Asciugamano: Realizzato in plastica trasparente, cucito lateralmente, contenente capelli di donna. Mutandine: In filo di ferro a forma di cestino, come coulotte, rivestite da nastrini. Dalle mutandine fuoriesce acqua, filo di nylon con sali da bagno all'estremità. E' una gonna, un abito. E' una stanza, un luogo. Si indossa e si viene indossati, è da guardare da usare. Un gioco virtuale.

orologi replica orologi replica svizzeri orologi replica rolex

ItalianArea

Social

 

developed by Viafarini
in collaboration with NABA

coded by lettera7