Alessandra

Spranzi

Milano, 1962

Dove sei? (n. 3) | 1999

Dove sei? (n. 3), 1999
(Where are you? (n. 3))
(Colour print)
cm 82 x 112
Courtesy: Galleria Emi Fontana, Milano
"Udirono, nel vento del giorno, il rumore del Signore Dio che incedeva nel giardino, e l'uomo si nascose con sua moglie dalla presenza del Signore Dio, fra gli alberi del giardino. Il Signore Dio chiamò l'uomo e gli disse: "Dove sei?" Ed egli rispose: "Ho udito nel giardino il Tuo rumore, ho avuto paura perché sono nudo e mi sono nascosto"(Genesi, 3,8) "Dove sei?" Dio cerca Adamo, perché Adamo, nascondendosi, si sta perdendo. Dio non chiede per sapere, ma perché Adamo possa uscire dal nascondiglio. Adamo scompare dietro la paura e la vergogna, non sa bene cosa abbia fatto e perché, vorrebbe non esserci. Nascondersi a se stessi, alle proprie scelte è facile: basta non ascoltare, non rispondere, fermarsi. I boschi ricoprono il mondo. Nel nascondiglio le ossa tremano perché non c'è luce, non c'è calore, c'è solo silenzio. "Dove sei?" Questa domanda risuona nel vento dei giorni e delle notti: il creato ci parla incessantemente, ci incalza, ci interroga: dove sei, dove ti nascondi? dove vai? Adamo è ciascuno di noi, in ogni tempo, in ogni luogo. La domanda è: "Dove sei tu nel tuo mondo?" Quando sappiamo dove siamo possiamo riprendere o continuare il nostro cammino.

orologi replica orologi replica svizzeri orologi replica rolex

ItalianArea

Social

 

developed by Viafarini
in collaboration with NABA

coded by lettera7